FORMULA 1, MONZA A RISCHIO CANCELLAZIONE

Il 2019 potrebbe essere l’ultimo anno per il GP D’Italia nel campionato di Formula 1. Eh si, perché Monza nelle ultime stagioni ha registrato un netto calo per quanto riguarda l’affluenza al circuito segnando conti in rosso per oltre 20 milioni di euro.

Ad accelerare quest’ipotesi potrebbe essere l’ingresso negli ultimi anni di circuiti cittadini nei paesi più ricchi del pianeta. Abu Dhabi, Bahrain, Azerbaijan e ultimo Miami, tracciati senza ombra di dubbio suggestivi e futuristici in grado di aumentare notevolmente le entrate ed i ricavi nei bilanci FIA.

Ma perchè a farne le spese devono essere i circuiti storici come Monza o il Gran Premio di Germania che stando alle ultime voci sembrerebbe ancora più a rischio?

Noi, a Monza, ci siamo stati nell’ultima edizione del 2018 e possiamo raccontarvi che vi era tantissima gente proveniente da ogni paese del mondo già alle prime luci dell’alba in attesa dell’apertura dei cancelli. La vera gara infatti si gioca fuori, sugli spalti, tra i detentori di un biglietto per la zona prato.

La motivazione che spinge migliaia di appassionati a giungere così in anticipo al circuito non è da attribuire all’ansia e all’adrenalina della gara ma alla preoccupazione di non trovare posto tra le pochissime e piccolissime gradinate non numerate sparse lungo tutto il circuito.

Lo sapete che un biglietto per il prato può arrivare a costare oltre 100€? Sapete che si rischia di non vedere nulla?

 

Le tribune invece arrivano a costare anche 600 euro e si riempiono con più calma negli ultimi minuti prima della corsa.

A nostro parere potrebbe essere proprio questo il problema, i prezzi troppo elevati delle tribune e la scarsa visibilità dei posti più accessibili che spingerebbe gli spettatori a godersi il Gran Premio comodamente da casa e soprattutto a “costo zero”.

E allora perché non cercare di risolvere questo problema anziché cancellare del tutto il gran premio dal campionato?

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *