REVISIONE AUTO: una nuova stangata per gli automobilisti

Dopo i rincari sulle bollette di luce e gas, arriva una stangata anche per la revisione auto. Dal 1° novembre infatti, scatta un aumento del 22% rispetto alle tariffe in vigore. Il decreto, firmato lo scorso 3 agosto dal ministero delle Infrastrutture e dal ministero dell’Economia e delle Finanze, adegua il costo della revisione auto alle tabelle Istat e riguarda tutti i veicoli a motore, come anche i rimorchi.

Dal 1° Novembre, dunque, il costo della revisione sarà di 79,02 € (contro gli attuali 66,8); sarà invece di 54,95 € (contro gli attuali 45) in caso di controllo presso le sedi locali della Motorizzazione Civile.

Non disperiamo però, perché per compensare l’aumento, il MiSE (Ministero dello Sviluppo Economico), ha previsto fondi fino a 4 milioni di euro per l’introduzione del bonus veicoli sicuri: un rimborso elargito alla prima revisione effettuata nel triennio 2021-2023, valido per un solo veicolo a persona.

Per tutti coloro che non effettuano la revisione auto, invece, è prevista una sanzione amministrativa che varia da 173 a 694 euro come previsto dall’art. 80 comma 14 del Codice della Strada. Importo che può addirittura raddoppiare in caso di recidiva. E’ anche prevista la sanzione accessoria del divieto di circolazione del veicolo fino al superamento della revisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *